8 Novembre 2021

Dal 15 novembre 2021, sarà possibile scaricare on line, autonomamente e gratuitamente, i certificati anagrafici, sia per sé che per i componenti della propria famiglia. I cittadini non avranno più bisogno di recarsi fisicamente allo sportello e non dovranno neppure pagare la marca da bollo. Per usufruire del servizio, sarà sufficiente essere dotati di SPID o di una carta d’identità elettronica o di una Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Oltre a scaricare i certificati, sarà possibile visionare i propri dati e quelli dei componenti del nucleo familiare, controllare la correttezza delle informazioni e, in caso di errore, chiedere una rettifica

Il progetto: Anagrafe Nazionale Popolazione Residente (ANPR)

L'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR) è una grande banca dati nazionale, il cui scopo consiste nel semplificare i servizi demografici e favorire la digitalizzazione. In tal modo, viene migliorato il servizio reso al cittadino, il quale può accedere a numerosi certificati senza dover perdere tempo e senza recarsi fisicamente presso gli uffici. 

Il servizio diviene digitale e a portata di click.

Il progetto dell’ANPR ha raccolto le identità dei cittadini in un’unica anagrafe, riguarda

  • il 98% della popolazione
  • compresi gli italiani residenti all'estero (AIRE) pari a 5 milioni di persone.

I certificati anagrafici scaricabili 

Il cittadino non dovrà più corrispondere la marca da bollo (solitamente da 16 euro), ma potrà scaricare gratuitamente i seguenti certificati anche in forma contestuale: 

  • Anagrafico di nascita
  • Anagrafico di matrimonio
  • di Cittadinanza
  • di Esistenza in vita
  • di Residenza
  • di Residenza AIRE
  • di Stato civile
  • di Stato di famiglia
  • di Stato di famiglia e di stato civile
  • di Residenza in convivenza
  • di Stato di famiglia AIRE
  • di Stato di famiglia con rapporti di parentela
  • di Stato Libero
  • Anagrafico di Unione Civile
  • di Contratto di Convivenza

Cosa serve per accedere alla piattaforma e da quando è possibile farlo

I certificati anagrafici saranno scaricabili on line, tramite la piattaforma predisposta dal Ministero, a partire dal 15 novembre 2021.
Per accedere alla piattaforma è necessario essere muniti di almeno uno di questi strumenti:

  • lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale)
  • una smartcard che risponda ai requisiti della CNS (Carta Nazionale dei Servizi); a tal proposito, si ricorda che è possibile utilizzare la tessera sanitaria come CNS ma occorre previamente abilitarla (per informazioni consultare il sito www.sistemats.it
  • la CIE (Carta d’Identità Elettronica) rilasciata dal Comune di residenza;

Come usufruire del servizio

Per accedere al servizio occorre collegarsi al portale www.anpr.interno.it

A questo punto:

  • è necessario inserire la propria identità digitale (SPID, Carta d'Identità Elettronica, CNS),
  • successivamente, bisogna scegliere il soggetto per cui effettuare la richiesta (qualora la richiesta sia per un familiare, apparirà l’elenco dei componenti della famiglia per i quali è possibile richiedere un certificato),
  • è possibile visionare l'anteprima del documento per controllare i dati,
  • infine, il certificato può essere scaricato in formato pdf o ricevuto tramite e-mail.

Il progetto ANPR è un progetto del Ministero dell’Interno. La sua realizzazione è a cura della Società Generale d'Informatica (Sogei) che si è occupata dello sviluppo del nuovo portale. Infine, il Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha curato il coordinamento tecnico e operativo dell’iniziativa. 

First name: